Un montascale mobile è un elemento fondamentale per tutte quelle categorie di persone diversamente abili e che non hanno una propria capacità motoria priva di problematiche.

È un diritto di ogni individuo però poter entrare e uscire dalla propria abitazione senza problemi e in modo completamente autonomo.

Stesso discorso vale per poter affrontare una rampa di scale, magari per quegli edifici a due piani o ville: potersi recare al piano superiore senza difficoltà significa tantissimo ed è proprio per questo che le normative vigenti indicano che non devono essere presenti le barriere architettoniche.

  

Montascale mobile: a che cosa serve

 Il montascale mobile si rivela quindi, una delle soluzioni più idonee per poter agevolare la mobilità di tutte quelle persone che hanno problematiche a riguardo o che rientrano nella categoria dei diversamente abili.

Nello specifico, esistono due tipologie di montascale:

  • mobile a ruote o cingoli,
  • montascale fisso.

La differenza tra i due modelli sta nel fatto che mentre un montascale a cingoli o a ruote non comporta modifiche invasive all’edifico interessato, quello fisso invece, ne altera la struttura senza parlare dei costi che sono sicuramente maggiori rispetto al primo modello.

Inoltre, quelli a cingoli o ruote, aiutano coloro che non sono in grado di trasferirsi autonomamente dalla carrozzella alla poltroncina del montascale, di poter affrontare la salita delle rampe di scale senza spostarsi dal proprio mezzo, ma semplicemente agganciando all’ausilio la carrozzella.

A queste tipologie si aggiungono anche le piattaforme elevatrici e ascensori anche se bisogna accertarsi che si abbia abbastanza spazio per montarle; ecco perché il montascale mobile si rivela come la soluzione più idonea e capace di risolvere la problematica.

Il funzionamento di un montascale

Capire ed usare un montascale non è così complicato, dal momento che tutti i modelli presentano controlli semplici e validi elementi legati alla sicurezza.

Il suo funzionamento è legato ad un semplice interruttore che, mette in moto il saliscendi della struttura: arrivato poi a fine corsa, in genere il dispositivo si ferma da solo.

In particolare, si distinguono tre caratteristiche principali che garantiscono il corretto funzionamento della struttura:

  • motore – alimenta il movimento della struttura e si trova all’interno della base;
  • batteria – alimenta il motore, è particolarmente resistente ed assicura affidabilità e comfort;
  • ingranaggio – serve a spingere il montascale in entrambe le direzioni.

Le normative legate all’abbattimento delle barriere architettoniche

La legge italiana ha iniziato a combattere contro la presenza di barriere architettoniche già nel 1989, anno in cui è stata approvata la legge 13 del 9 gennaio che sottolinea la necessità della presenza di un montascale all’interno di edifici pubblici e privati privi di ascensori.

Quest’ultima sostiene che se non ci fosse la possibilità materiale o giuridica di far realizzare delle modifiche all’edificio o all’immobile e se quindi non si potessero affrontare le spese relative all’eliminazione delle barriere architettoniche, è possibile richiedere dei contributi per far acquistare beni mobili che risolvano la situazione.

Tra queste soluzioni vi è il montascale mobile, mentre le altre tipologie di strutture non sono contemplate nella legge 13.

I montascale mobili, infatti, sono gli unici rimedi ad essere stati inseriti dalla legislazione italiana nel Nomenclatore Tariffario.

Un altro passo avanti per la lotta contro gli ostacoli relativi all’agevolazione motoria dei diversamente abili è stato compiuto con l’istituzione della legge 104, il 5 febbraio 1992.

Quest’ultima sostiene di assistere, ma anche integrare socialmente le categorie protette, così come i loro diritti.

Nei quattro anni successivi, precisamente il 24 luglio 1996, è stata poi stabilita il DPR 503, che mira ad eliminare le barriere architettoniche presenti negli spazi pubblici e anche all’interno di edifici pubblici.

Indipendentemente dal tipo di struttura che è possibile far installare, tutte sono importanti, quando si affronta la tematica relativa all’eliminazione delle barriere architettoniche.

Queste, infatti, sono un ostacolo per tutti i disabili ed eliminarle significa riconoscere e garantire i loro diritti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *