Rimodellare il corpo senza l’ausilio di trattamenti invasivi, dal lungo decorso post operatorio e che a volte possono portare con sè delle conseguenze visibili. Sembra un sogno, vero?! Un sogno che ormai è diventato realtà grazie alle sempre più innovative tecniche in termine di medicina estetica e liposuzione come la vaser lipo.

Di cosa si tratta e come funziona questa nuova tecnologia che mira ad eliminare l’adipe in eccesso, preservando i tessuti connettivi circostanti?

Ecco qualche informazione utile.

La metodologia Vaser

Per capire come funziona la vaser lipo, è importante sapere di cosa è composto il tessuto adiposo sul quale va ad agire.

Oltre alle cellule di adipe che vi si depositano, il tessuto adiposo ingloba nervi, vasi sanguigni e collagene che sono veicoli di liquidi e sostanze utili per il corpo.

E’ bene perciò preservare quanto più possibile la zona, cercando di agire solo dove necessario.

Questo è il punto centrale della metodologia vaser: grazie agli ultrausoni, riesce a colpire solo le cellule di grasso lasciando intatto il tessuto connettivo.

Come per ogni intervento, anche la liposuzione con vaser lipo richiede un’accurata consulenza con il medico che opererà. Nella seduta conoscitiva si valutano insieme al paziente le problematiche e le aree da trattare, decidendo come agire e spiegando il procedimento.

Durante l’operazione vengono provocate delle microabrasioni sul derma per far si che gli ultrasuoni raggiungano più facilmente la membrana che ricopre le cellule di adipe, con lo scopo di frantumarla e sciogliere il grasso contenuto. Successivamente si prosegue inserendo una piccola canula che risucchia l’adipe per asportarlo.

In questo modo la liposuzione è mirata al grasso e non va a danneggiare il tessuto connettivo circostante.

L’operazione può essere eseguita sia con anestesia locale che anestesia totale, a seconda di quanto è estesa la zona da trattare.

Con questa metodologia si possono trattare diverse zone del viso e del corpo come:

 

  • natiche;
  • addome;
  • fianchi e cosce;
  • braccia;

 

I risultati saranno visibili immediatamente ma nei giorni successivi i miglioramenti continueranno a progredire man mano che la pelle si adatta alla nuova forma fisica.

Durante il decorso, sarà importante presentarsi agli appuntamenti di controllo con il medico che verificherà i cambiamenti ed i progressi.

 

Differenze con un la liposuzione tradizionale

In termini di interventi, il metodo più conosciuto per eliminare il grasso in eccesso è la liposuzione tradizionale che si effettua tramite l’aspirazione dell’adipe.

Questa tipologia di intervento è indicata per le persone obese e eccessivamente in sovrappeso e porta con sè un lungo post operatorio.

Rispetto alla liposuzione classica, la vaser lipo presenta alcune differenze.

In primis garantisce ottimi risultati soprattutto per chi si trova in una condizione di leggero sovrappeso e, nonostante la dieta e l’esercizio fisico, non riesce ad eliminare il grasso localizzato. Questo perchè la pelle risulta più compatta ed elastica e di conseguenza più facile da modellare.

E’ però sconsigliata per i pazienti obesi.

a più grande differenza consiste però nel post operatorio. Con la liposuzione tradizionale si tratta di un periodo molto lungo di almeno 15 giorni, dove i tessuti si cicatrizzano lentamente e per non influenzare negativamente il processo è necessario stare a riposo e limitare i movimenti. Inoltre è fondamentale assumere i farmaci e gli antibiotici prescritti.

Con la vaser lipo invece il periodo successivo all’operazione è breve ed il ritorno a casa è previsto già nella stessa giornata dell’intervento. Dovrà comunque essere osservato un periodo di riposo dai 7 ai 10 giorni in cui è vivamente consigliato indossare indumenti contenitivi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *