Scientificamente parlando, la dopamina è un neurotrasmettitore prodotto dal cervello, ossia una molecola organica che consente alle cellule di comunicare tra loro. Rientra nella categoria delle catecolamine, di cui fanno parte anche l’adrenalina e la noradrenalina. 

E’ conosciuta anche come l’ormone dell’euforia poichè quando ci troviamo in uno stato di gratificazione e di piacere, i livelli di dopamina nel corpo tendono ad aumentare significativamente. Che succede però quando avviene il contrario e non circola abbastanza dopamina? Vediamo questo approfondimento offerto da integratorimigliori.com sito di riferimento per chi cerca i migliori integratori

Dopamina, gli effetti e le funzioni sul nostro organismo

La dopamina svolge tantissime funzioni:

  • inibisce la produzione di prolattina;
  • controlla i movimenti del corpo;
  • produce la sensazione di piacere,
  • regola il ritmo del sonno;
  • influisce sull’umore;
  • favorisce l’apprendimento, stimolando la memoria a breve termine e l’attenzione;
  • agisce anche come vasodilatatore;
  • riduce la produzione di insulina.

E’ una lista davvero molto lunga, che ci aiuta a capire quanto sia importante questo neurotrasmettitore per il nostro organismo.  

Un deficit oppure un eccesso della presenza di dopamina può alterare significativamente il normale funzionamento del sistema motorio e del sistema nervoso, e causare cambiamenti anche gravi nelle condizioni cliniche.

Nel primo caso, è molto frequente sentirsi stanchi, demotivati, arrabbiati, con una bassa autostima e tendere all’insonnia. Nei casi più gravi, questa condizione può sfociare in depressione o psicosi, che potrebbero portare alla ricerca di sostanze stupefacenti per compensare lo stimolo “ricompensa” che richiede la dopamina. 

Dal punto di vista del sistema motorio e del sistema nervoso, i movimenti risulteranno più lenti e soprattutto scoordinati. Questi sintomi a volte possono essere un campanello d’allarme di alcune gravi malattie correlate ad un basso livello di dopamina naturale,come il parkinson.

Al contrario, un quantitativo eccessivo di dopamina non consente di controllare i muscoli, avendo come conseguenza l’insorgenza di movimenti involontari che spesso si tramutano in tic nervosi. Altre patologie legate a questa condizione sono schizofrenia, psicosi e disturbi della personalità come il bipolarismo.

Come aumentare la dopamina in modo naturale

Se il medico ha diagnosticato una carenza significativa, potrebbe aver consigliato di intervenire con l’assunzione di alcuni integratori che andranno a stimolare la produzione della dopamina. Un integratore naturale è la soluzione più adatta per incominciare a ripristinare i giusti livelli. E’ doveroso specificare che sono ancora in corso numerosi studi per dimostrare la reale efficacia di questi prodotti ma si sono osservati miglioramenti in pazienti che hanno assunto prodotti contenenti almeno uno di questi ingredienti:

  • curcumina;
  • probiotici;
  • olio di origano;
  • eccitanti come la teanina e la caffeina;
  • radice di ginseng;
  • magnesio.

Ci sono poi altri alimenti che possono aiutare come mele, legumi, frutta secca, semi di sesamo,zucca o girasole. 

E’ importante specificare che non è possibile introdurre  dopamina attraverso l’alimentazione, ma tutti questi cibi sono ricchi di fenilalanina  e tirosina, due amminoacidi che giocano un ruolo fondamentale nella produzione di questa sostanza. 

La maniera migliore per aumentare la dopamina in modo naturale però rimane attraverso la pratica di attività piacevoli: lo sport, la meditazione, il sesso, la condivisione di momenti felici con gli amici e le risate sono i migliori domapinerigici naturali.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *