Il fieno greco, chiamato anche Trigonella, è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle leguminose. Ha fiori bianchi o giallini, e foglie tripartite che assomigliano a quelle del trifoglio. Diffusa in tutta l’area mediterranea, deve il suo nome all’antico utilizzo che se ne faceva come foraggio. Scopriamo gli usi, le proprietà e i benefici di questa pianta.

Vediamoli in questo approfondimento offerto da regogoo.com. Questo e altri consigli naturali, sono disponibili qui

Il fieno greco e i suoi molteplici usi

Il fieno greco è utilizzato soprattutto come ricostituente. Le sue proprietà, infatti, lo rendono un ottimo rimedio in caso di mancanza di appetito o deperimento, e durante i periodi di convalescenza. Il segreto risiede nella vasta presenza di mucillagini all’interno dei semi della pianta. Grazie al loro potere emolliente, queste possono essere impiegate anche per uso esterno, al fine di combattere le infiammazioni cutanee.

Nella medicina popolare, il fieno greco è usato anche per trattare il diabete e il catarro. Gli arabi lo ritenevano pregiato e lo utilizzavano per avere capelli folti e polmoni sani. In Tunisia, le donne lo adoperavano per preparare focacce che consumavano nei giorni precedenti alle nozze, per potersi presentare allo sposo con un seno più turgido.

In che forma è possibile assumerlo?

Il fieno greco è presente in commercio sottoforma di polvere, estratto secco e preparato per infusi. Inoltre, è possibile trovarlo all’interno di specifici integratori. Quando viene utilizzato a scopi terapeutici, il fieno greco va assunto attraverso preparazioni standardizzate in principi attivi, ovvero saponine e mucillagini. Le dosi possono variare in base alla quantità di sostanze attive presenti, ecco perché è importante seguire le istruzioni riportate sulle etichette.

Benefici del fieno greco

I benefici del fieno greco sono molteplici. Si tratta, infatti, di una pianta ricca di nutrienti: oltre ad essere una buona fonte di vitamine A, C e B6, contiene fosforo, ferro, selenio, potassio e altri minerali preziosi per l’organismo. Inoltre, i semi della pianta sono ricchi di saponine, che contribuiscono a ridurre il colesterolo cattivo.

Un’altra caratteristica benefica del fieno greco è la ricchezza di mucillagini, che aiutano a contrastare la perdita di appetito e leniscono le infiammazioni cutanee.  I semi di fieno greco contengono anche fitoestrogeni, alcaloidi, lisina, triptofano e cumarine.

Fieno greco per un seno più grande

Un utilizzo particolare del fieno greco riguarda il seno. Sembra che questa pianta ricca di fitoestrogeni sia in grado di stimolare gli estrogeni e la prolattina nel corpo della donna, che a loro volta stimolano la ghiandola mammaria favorendo un aumento del volume del seno.

Per ingrandire il décolleté è necessario far macerare in mezzo litro di acqua 3 cucchiaini di fieno greco per tutta la notte. Il mattino si fa bollire il tutto per 15 minuti a fuoco basso, si aspetta che il rimedio diventi tiepido, si filtra e si versa in una bottiglietta. Il rimedio va sorseggiato lungo l’arco della giornata.

Fieno greco per capelli forti e lucenti

Anche i capelli possono trarre giovamento dall’impiego di fieno greco. I principi attivi presenti nella pianta ne stimolano la crescita, contrastano la caduta e aiutano la chioma a mantenersi corposa e lucente.

Si possono preparare ottime maschere per capelli fai da te. Basta aggiungere poco alla volta la polvere di fieno greco ad altri ingredienti benefici per la chioma, come il latte di cocco. Si mescola bene e si applica sui capelli umidi. Per ottenere buoni risultati, la maschera va lasciata agire per almeno mezzora.

Controindicazioni

L’uso del fieno greco non è indicato per i diabetici e per le donne incinta, ma nemmeno durante la fase di allattamento. Inoltre, è sconsigliato assumere i semi di questa pianta in concomitanza con l’assunzione di altri farmaci, in quanto potrebbe ridurne l’assorbimento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *