La fimosi è una condizione anatomica nella quale il prepuzio presenta un restringimento che non permette al glande di essere scoperto o totalmente, oppure parzialmente. Questa condizione protratta nel tempo può portare ad alcune complicazioni di carattere igienico, che poi successivamente possono dare problemi al soggetto che ne soffre.

Tipi di Fimosi

A seconda della severità dello stato di fimosi, la stenosi del prepuzio può dare adito a conseguenze di natura diversa.

La Fimosi non serrata in particolare è una forma più blanda della fimosi, che permette un parziale scorrimento del prepuzio nei fenomeni di erezione. Si tratta di uno stato anatomico di pericolo per l’uomo, perché durante un rapporto sessuale il prepuzio potrebbe scorrere fino alla fine causando la parafimosi, che in genere necessita di un veloce intervento sanitario per evitare conseguenze e degenerazioni più gravi.

In caso di parafimosi senza intervento repentino, la situazione patologica che permane per lungo tempo può portare a situazioni gravi, disturbi e patologie. Ovviamente in questo caso ciò non avviene se il soggetto presenta il pene circonciso. in caso di parafimosi il glande viene strangolato da un’anello del prepuzio molto stretto. L’erezione ingrossa il glande permettendogli di liberarsi dallo scorrimento del prepuzio, ma successivamente il restringimento non permette di ritornare nella posizione originale causando il problema.

La successiva formazione dell’edema sicuramente porta ad un peggioramento della situazione. Le conseguenze possono essere difficoltà urinaria, e danni all’uretra.

Intervento manuale

In caso di fimosi con prepuzio serrato, nell’attesa di un intervento sanitario opportuno, è bene effettuare un’operazione manuale di pressione del prepuzio dalla punta verso la base dell’asta del pene, per ridurre l’edema. Questo movimento permette di riattivare un pochino il flusso del sangue, e successivamente bisogna premere la punta del glande cercando di farlo passare a ritroso attraverso il prepuzio.

Rapporti Sessuali

Nel caso di rapporto sessuale con profilattico è difficile causare il famoso strozzamento che causa la fimosi, perché in questo caso il prepuzio non scorre facilmente riducendo la possibilità di incorrere in problemi di questo tipo.

La presenza del prepuzio altresì preserva la sensibilità dei recettori sessuali sul glande.

L’operazione di circoncisione va effettuata se la fimosi non permette una corretta scopertura del glande, impedendo anche di provvedere ad una corretta igiene del glande stesso anche in condizioni di pene a riposo. Qui si ritiene necessario l’intervento perché altrimenti si è soggetti ad infiammazioni frequenti e passibili di infezioni, nonché rapporti sessuali dolorosi ed aumento dell’incidenza di malattie varie con conseguenze anche molto gravi.

Esercizi di ginnastica prepuziale

Con l’aiuto di pomate a base idrocortisonica utili sono gli esercizi di ginnastica prepuziale, che aiutano la retrazione del prepuzio elasticizzando i tessuti trattati. L’esercizio andrebbe ripetuto giornalmente, previa cura con pomate per i 15 giorni precedenti allo stesso, e continuando l’applicazione delle pomate durante gli esercizi il risultato porterebbe a donare la giusta elasticità al prepuzio.

L’esercizio è quello di scoprire il glande portando il prepuzio sempre più in basso, riportando poi la pelle allo stato iniziale. Ripetendo nel tempo l’esercizio dopo 3 mesi circa il prepuzio dovrebbe raggiungere l’elasticità necessaria ad evitare la circoncisione.

Articolo curato dagli esperti di Androcentro.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *