Agopuntura: un rimedio millenario, che può curarci in modo alternativo rispetto la medicina comune. Ma anche una soluzione che non solo può sciogliere tensioni e lenire sintomi nel corpo, ma anche può persino rasserenare l’anima. Ansia, attacchi di panico, sovraccarico di stress, infatti, sono tutti sintomi di un animo sofferente, pessimista, spento. L’agopuntura riaccende la luce interna in ogni essere umano, e lo fa riequilibrando gli organi, ma soprattutto i punti energetici che nella medicina cinese, vengono denominati chakra, e che sono posti proprio come una porta, all’entrata di organi vitali, o in sedi importanti, in cui il nostro corpo si fonde con l’anima. Si pensi solo al chakra del cuore, a quello della gola e dell’espressione, o a quello del sacro, che corrisponde ai nostri organi riproduttivi. 

C’è quindi un circolo virtuoso tra agopuntura e ansia. Ma non solo: questa tecnica millenaria è anche consigliata da molti specialisti e psicoterapeuti. 

Vediamo dunque, quali siano le principali correlazioni di questa tecnica, il più delle volte indolore, retaggio di una cultura fatta di meditazione e spiritualità, che ben potrà essere applicata, anche sul corpo. 

Ansia e panico si curano con l’agopuntura

Agopuntura e attacchi di panico possono essere correlati: se infatti, proprio come avviene per l’ansia, questo genere di manifestazione patologica, dalla medicina ayurvedica sono considerati come veri e propri blocchi energetici, che non riescono a liberarsi, basterà posizionare pochi piccoli aghi, in certi punti nevralgici, per ottenere subito sollievo. Nel caso di ansia cronica o grave, certamente gli psicofarmaci, se richiesti come cura da uno specialista, non possono essere eliminati. Ma agopuntura e psicofarmaci possono collaborare in perfetta sinergia, al fine di far guarire al meglio il soggetto. Esistono casistiche e numeri sull’agopuntura nel trattamento di ansia.

Lo stesso ottimo effetto benefico, è riscontrabile anche nel rapporto tra agopuntura e depressione. I medici cinesi non hanno alcun dubbio: è proprio dal disequilibrio delle nostre energie interne, che con fatica e con molti blocchi cercano di interfacciarsi con l’energia dell’universo e delle altre persone, che provengono attacchi di panico, depressione, e una peggiore risposta allo stress. 

Agopuntura, cosa c’è da sapere

Possono essere necessarie 5 o 6 sedute per un primo ciclo di agopuntura, e già gli effetti benefici su ansia e depressione, saranno evidenti. Gli aghi da agopuntura sono usa e getta e generalmente indolori, poiché davvero piccoli e sottili. 

Sarà interessante sapere anche, che anche dal rapporto tra agopuntura e fibromialgia sono molti i benefici riscontrati. Infatti i dolori muscolari, provenienti da una sindrome infiammatoria o da un trauma, o che hanno, ancora una volta, origine psicogena, sono alleviati grazie a uno o più cicli di agopuntura. Questa tecnica vecchia di oltre mille anni, è ideale anche per la cura di acufeni e per chi soffra di cervicale

Agopuntura e meditazione, inoltre, sembrano essere un’accoppiata vincente per curare l’anima, dagli attacchi di panico alla depressione, passando per le più note fobie, come claustrofobia (paura degli spazi chiusi), o agorafobia (paura degli spazi aperti).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *