Ricostruzione dell’imene: una scelta non solo “estetica”

L’imenoplastica rappresenta un intervento chirurgico volto a restaurare l’integrità dell’imene, una membrana sottile e fibrosa localizzata all’ingresso della vagina. Questa membrana, spesso soggetta a lacerazioni durante il primo atto sessuale, in seguito a traumi o, più raramente, all’uso di assorbenti interni, può essere oggetto di ricostruzione attraverso le competenze di esperti di chirurgia estetica intima, sia in Italia che all’Estero, fornendo una soluzione per questioni legate all’intimità femminile.

Come avviene la ricostruzione dell’imene?

La procedura di imenoplastica offre diversi risultati, tra cui la possibilità di ripristinare lo stato di verginità. Attraverso un intervento mirato di ricostruzione anatomica, la moderna chirurgia consente di replicare le condizioni fisiologiche originarie. Al momento del primo atto sessuale successivo all’operazione, ci si potrebbe confrontare nuovamente con difficoltà, dolore e una leggera perdita di sangue, simili a quelli associati alla lacerazione dell’imene.

Perché farsi ricostruire l’imene?

È fondamentale sottolineare che la scelta di sottoporsi all’imenoplastica è una decisione strettamente personale, influenzata da motivazioni culturali, sociali o psicologiche. Mentre alcuni individui optano per questa procedura per ragioni culturali o religiose, altri possono farlo per il desiderio di ripristinare un senso di verginità o per affrontare questioni psicologiche legate a esperienze passate.

Quanto può costare la ricostruzione dell’imene?

Il costo associato alla ricostruzione dell’imene può variare significativamente, principalmente in base all’esperienza del professionista e ai servizi offerti dalla clinica che esegue l’intervento. In genere, i prezzi oscillano tra un minimo di 1500 euro e un massimo di 3500 euro. Questa vasta gamma riflette diversi fattori, tra cui l’esperienza specifica del chirurgo e la qualità del servizio fornito dalla struttura medica.

Per coloro che considerano opzioni al di fuori del territorio nazionale, alcune cliniche estetiche, come la società Salus, che opera in cliniche in Tunisia, offrono pacchetti “all-inclusive” della durata di 3-4 giorni. Questi pacchetti comprendono non solo l’intervento chirurgico, ma anche servizi quali viaggio aereo andata e ritorno, consulto medico pre e post intervento, servizio navetta esclusivo dall’aeroporto alla clinica e viceversa. Inoltre, il pacchetto include il soggiorno in clinica per il periodo necessario, di solito limitato a una notte di degenza al massimo, e un soggiorno in hotel prima del rientro in Italia.

È fondamentale valutare attentamente i costi e i benefici associati a ogni opzione disponibile, tenendo conto non solo dell’aspetto finanziario ma anche della reputazione della clinica e dell’esperienza del chirurgo, al fine di prendere una decisione informata in linea con le proprie esigenze e preferenze.

Lascia un commento

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.