Conosci quella sensazione in cui il tuo cuore batte più forte in risposta a una situazione stressante? Oppure ti è capitato che le mani inizino ad essere sudate quando ti trovi ad affrontare alcune situazioni?

Questa è l’ ansia : la naturale risposta del nostro corpo allo stress. E’ normale averne a che fare, ma può diventare una vera e propria patologia invalidante che limita le attività quotidiane.

Ognuno ha trigger diversi che scatenano l’ansia e identificarli è uno dei passaggi più importanti per affrontare e gestire gli attacchi di panico che possono scatenarsi .

Identificare i trigger può richiedere del tempo e di auto-riflessione. Nel frattempo, ci sono cose che puoi fare per cercare di calmare la tua ansia prima che prenda il sopravvento.

Se l’ansia è sporadica e ostacola la concentrazione o i compiti, ci sono alcuni rimedi rapidi e omeopatici che potrebbero aiutarti a prendere il controllo della situazione.

Se l’ansia è focalizzata su una situazione, come la preoccupazione per un evento imminente, potresti notare che i sintomi sono di breve durata e di solito diminuiscono dopo che si verifica l’evento previsto.

Metti in discussione il tuo modello di pensiero

I pensieri negativi possono mettere radici nella tua mente e distorcere la gravità della situazione. Un modo è sfidare le tue paure, chiedere se sono vere e vedere dove puoi riprendere il controllo.

Tecniche di respirazione

Prova a inspirare ed espirare profondamente per 5 volte, in maniera calma e tranquilla. Mettiti comodo in un posto in cui non puoi essere distratta. Ripeti per altre 4 volte, in totale dedica 10 minuti all’ attività di respirazione.

Cìè anche una antica tecnica yogica chiamata pranayama, che aiuta i praticanti a ottenere il controllo del loro respiro.

Se praticata regolarmente, è possibile che questa tecnica possa aiutare alcune persone a rilassarsi e calmarsi in un periodo di tempo più breve.

Le pratiche di rilassamento aiutano anche a riportare il corpo in equilibrio e regolano la risposta di lotta o fuga che sentiamo quando siamo stressati. Questo è particolarmente utile se stai vivendo insonnia a causa di ansia o preoccupazioni per quello che è successo oggi – o cosa potrebbe accadere domani. Pensieri e preoccupazioni turbinanti possono impedirci di essere in grado di riposare bene.

Come respirare e calmare l’ansia

trova un posto per sederti o sdraiarti comodamente. Assicurati di avere una buona postura, soprattutto all’inizio. Se stai usando la tecnica per addormentarti, è meglio sdraiarsi.

Preparati all’esercizio appoggiando la punta della lingua contro il palato, proprio dietro i denti anteriori superiori. Dovrai tenere la lingua in posizione per tutta la durata della pratica. Ci vuole pratica per evitare di muovere la lingua quando si espira.

Le seguenti operazioni devono essere eseguite nel ciclo di un respiro:

  1. Per prima cosa, lascia che le tue labbra si separino. Emetti un suono sibilante, espirando completamente attraverso la bocca.
  2. Quindi, chiudi le labbra, inspirando silenziosamente attraverso il naso mentre conti fino a quattro nella tua testa.
  3. Quindi, per sette secondi, trattieni il respiro.
  4. Fai un altro respiro esilarante dalla bocca per otto secondi.

Quando inspiri di nuovo, inizi un nuovo ciclo di respiro. Pratica questo schema per quattro respiri completi.

Il respiro trattenuto (per sette secondi) è la parte più critica di questa pratica. Si raccomanda inoltre di praticare questa tecnica di respirazione solo per quattro respiri quando si inizia per la prima volta. Puoi gradualmente avanzare fino a otto respiri completi.

Questa tecnica di respirazione non dovrebbe essere praticata in un ambiente in cui non sei disposto a rilassarti completamente. Sebbene non debba necessariamente essere usato per addormentarsi, può comunque mettere il praticante in uno stato di profondo rilassamento. Assicurati di non aver bisogno di essere pienamente vigile subito dopo aver praticato i tuoi cicli respiratori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *