L’irritazione da pannolino, eritema o dermatite è determinata da un’infiammazione della pelle nella parte posteriore e anteriore della regione genitale del neonato.

L’irritazione conivolge la pelle coperta dal pannolino, cioè il sederino e la parte genitale, e si tratta di una fase che tutti i neonati passano, già da appena nati, fino a circa 1 anno di vita, nella fase in cui passano molto tempo seduti.

Generalmente viene manifestata con un arrossamento della pelle, ed in alcuni casi è anche accompagnata da gonfiore e temperatura calda al tatto. L’eritema della pelle può essere circoscritto oppure esteso.

A Volte, soprattutto nei soggetti di sesso femminile, l’area è abbinata anche a candida da pannolino, poiché le neonate sono più soggette anche a questo tipo di disturbo.

Da cosa è provocata?

I motivi per cui si manifesta la dermatite da pannolino sono molteplici. Ad esempio lo sfregamento ripetuto è un fattore, abbinato all’umidità fissa in quelle zone dovute a pipì, sudore, presenti anche nel caso di pannolini maggiormente assorbenti. Questo può portare all’irritazione.

Quando i piccoli sono soggetti a diarrea ripetuta possono incorrere in dermatite da pannolino. Anche l’allergia da contatto, che si manifesta a contatto con il materiale del pannolino, in casi sporadici, oppure come reazione all’uso di detergenti specifici, in caso di allergia a componenti dei prodotti usati per lavare il bambino. Anche le creme possono dare reazione a fenomeni di sensibilizzazione delle parti genitali. L’uso di pannolini lavabili, in caso di pelle delicata possono causare il problema se la pelle è sensibile a sostanze nei saponi di lavaggio a mano o lavatrice.

Tra le pieghe della pelle l’umidità presente potrebbe favorire il proliferare di batteri e causare infezioni, funghi e lieviti.
La candida si sviluppa proprio in questo modo grazie all’umidità ristagnante a contatto con la pelle del neonato.

A seconda di quello che mangiano, cambiando alimentazione le feci cambiano consistenza, e potrebbero causare irritazioni più estese.

Come curare la dermatite da pannolino?

Il culetto arrossato a causa dell’irritazione della dermatite può essere curata purché non venga trascurata, causando lo sviluppo di batteri e funghi.

L’attività più celere è quella di mantenere l’area interessata all’irritazione più asciutta e pulita possibile, e quindi i cambi di pannolino devono essere più frequenti, e non usare saponi durante il lavaggio del bambino, ma soltanto acqua corrente. E’ importante tamponare la parte irritata con un asciugamano di cotone una volta lavata. L’uso di creme lenitive è utile per supportare la guarigione.

Anche cambiare marca di pannolino può essere un tentativo di soluzione, se la pelle è sensibile a determinati materiali, è bene magari usare taglie di pannolino un po più grandi, per far passare aria.

Lasciare il bambino senza pannolino il più possibile è utile in quanto il contatto con l’aria favorisce l’assorbimento dell’irritazione e non la fa permanere.

Anche usare traversine di plastica nel letto, lasciando il piccolo a dormire senza pannolino può aiutare.ù

Il consulto di un pediatra si ritiene necessario se l’irritazione da pannolino non rientra entro 2/3 giorni, in questo caso potrebbero essere attive infezioni e funghi, che vanno trattati in maniera specifica con antimicotici.

Meglio evitare l’uso di cortisonici, perché possono dare origine a fenomeni di effetti collaterali e recidiva dei sintomi di dermatite.

Prevenzione per il culetto arrossato. Come fare?

Mantenere il sederino asciutto e pulito è una regola per difendersi dall’attacco di irritazioni o eritemi della pelle, inoltre il cambio celere e continuato è un altra regola da tener bene a mente.

Il Lavaggio del sederino ad ogni cambio, usare solo acqua e poco detergente neutro, e possibilmente evitare l’uso di salviettine umidificate, soprattutto se a base d’alcool.

Evitare di tenere il pannolino troppo stretto, e usare detersivi neutri in caso di uso di pannolini lavabili. Non usare ammorbidenti, perché contengono profumo.

Evitare cibi particolarmente acidi, che potrebbero causare diarrea al bambino.

E tu hai mai avuto problemi con l’irritazione da pannolino per il tuo piccolo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *