Cos’è il tea tree oil?

Il tea tree oil è un olio essenziale, caratterizzato da proprietà antisettiche e antibiotiche. Averlo sempre a portata di mano è di sicuro una saggia decisione, perché ti consente di tenera alla larga tutta una serie di problemi piuttosto eterogenei, come la febbre, il mal di gola, le irritazioni cutanee, la micosi, i funghi, le afte, i dolori gengivali. Inoltre, il tea tree oil si rivela un toccasana quando ci sono lesioni da curare oppure problemi respiratori da contrastare. Non a caso, quest’olio essenziale rientra tra i rimedi fitoterapici più in uso anche nei casi di herpes, di bronchiti, di cistite, di raffreddore e di candidosi.

Origini

Le origini del tea tree oil vengono fatte risalire al Settecento. A fare da cornice c’è la lontana Australia, meta tanto cara agli esploratori. Dalle foglie della Malaleuca Alternifolia, pianta appartenente alla famiglia delle Mirtaceae, gli Aborigeni dell’Australia Orientale ricavavano un estratto, impiegato per lenire i dolori causati dalle lesioni della pelle e per arrestare i problemi di natura respiratoria. Leggenda vuole che il capitano James Cook, esploratore, cartografo e navigatore britannico, appena approdato in territorio australiano bevve una bevanda fatta con le foglie della Malaleuca Alternifolia. Le scambiò però per foglie di tè. Ecco quindi spiegata l’origine del nome tea tree oil.

Dove viene utilizzato il tea tree oil?

Di usi del tea tree oil ce ne sono davvero diversi. Presentiamo, pertanto, in rapida carrellata quelli più diffusi in assoluto.

  1. Collutorio naturale

Per il cavo orale, quest’olio essenziale si rivela davvero eccellente, date le sue proprietà disinfettanti e antibatteriche. Per un impiego ottimale del tea tree oil come collutorio naturale, è opportuno diluire un paio di gocce in un bicchiere d’acqua ed effettuare dei risciacqui con tanto di gargarismi. Proprio come faresti con un comune collutorio. Inoltre, a fronte di afte, la sua azione disinfettante lenisce il bruciore e garantisce il necessario sollievo, ai fine del processo di guarigione.

  1. Azione cicatrizzante e rimedio antifungino

Chi è solito allenarsi in palestra o in piscina, sa benissimo che la minaccia dei funghi è sempre in agguato. Ergo, l’impiego di quest’olio essenziale si dimostra una manna in tal senso. Nella malaugurata circostanza di lesioni e di tagli, è sufficiente versare qualche gocciolina di tea tree oil sulla zona interessata e tamponare con una garza. Il processo di cicatrizzazione della ferita, in questo modo, risulterà più veloce.

  1. Lotta ai segni dell’acne

L’acne giovanile e i brufoli sotto pelle, talvolta dovuti a stress, comportano fastidiosissime infiammazioni cutanee. Per contrastarle con la massima efficienza, basta versare qualche goccia di quest’olio essenziale sul volto, ma solo dopo averlo diluito con un altro olio vegetale, come ad esempio quello d’oliva. Questo step è di cruciale importanza per il semplice motivo che la sua azione sulla pelle è troppo forte. Agendo così, infatti, non correrai il rischio di trovarti il viso irritato. Il problema, infatti, sarebbe ancora più complesso, a fronte di pelli particolarmente sensibili. Per avere una pelle sana, priva di brufoli, è bene applicare l’unguento nelle zone irritate e massaggiare con delicatezza.

  1. Massaggio tonificante

E a proposito di massaggi, in abbinamento all’olio di Argan, il tea tree oil si conferma una soluzione ottimale per massaggi tonificanti, volti a conferire al corpo il necessario benessere e un ritorno più veloce alla normalità, specie nella circostanza di forti carichi lavorativi.

  1. Rimedio naturale per combattere il raffreddore.

I suffumigi si dimostrano un toccasana per liberare il naso intasato, a causa del raffreddore. Per un uso ottimale, basta diluire quest’olio essenziale in acqua calda oppure riscaldarlo e, dopo averlo sfregato sulle mani, limitarsi a respirare a pieni polmoni. La cosa è utile per liberare le mucose nasali in maniera pressoché istantanea.

Vantaggi del tea tree oil

Di vantaggi, il tea tree oil ne conta molti. In primo luogo, va per la maggiore per assicurare il massimo benessere a livello di respirazione: una volta inalato, la sua azione fluidificante non fa altro che agire sulle vie respiratorie, liberandole dall’eccesso di catarro e di muco. Per questa azione viene usato anche sotto forma di crema.

Anche a fronte di forti infiammazioni in aree piuttosto delicate, come le afte in bocca o ancora le ragadi, l’applicazione locale ad uso topico aiuta a lenire i forti bruciori.

Se hai i capelli particolarmente grassi oppure qualora la forfora fosse un nemico ostico da combattere, puoi uscirne alla grande, impiegando qualche goccia di quest’olio essenziale nello shampoo. Donerai al cuoio capelluto maggiore splendore. Poco ma sicuro.

Ma non è tutto. C’è chi si serve di quest’olio anche come anti-punture naturale. Specie in estate, si sa, è opportuno prestare massima attenzione agli insetti infestanti e alle zanzare. Le loro punture sono una seccatura. Combattere il prurito e l’arrossamento che ne conseguono è cosa fattibile, semplicemente applicando poche gocce sulla zona interessata che, dopo qualche ora, apparirà meno gonfia.

Al posto del detersivo inquinante, infine, in molti fanno una scelta ecologica, nell’assoluto rispetto dell’ambiente, quando c’è da lavare il pavimento. Con poche gocce di tea tree oil nel secchio (una dozzina), il pavimento sarà più che mai splendente.

Conclusioni

Insomma, di vantaggi e di utilizzi differenti il tea tree oil ne conta sempre di più. Non sei anche tu di questo avviso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *