Quando i bambini piccoli giocano, o durante un’attività sportiva che svolgono costantemente, può capitare che possano avere a che fare con traumi sui denti da latte. E’ importante che i piccoli si confrontino con i coetanei attraverso attività all’aperto, perché contribuiscono alla loro crescita, ma è anche vero che possono essere soggetti a cadute, scontri o urti che possono danneggiare i denti da latte.

Le casistiche in caso di urto o impatto sui denti da latte spesso si stacca un pezzo di corona dentale, ma può capitare anche che il dente rientri, oppure fuoriesca.
Possono avvenire fenomeni di necrosi del dente, quando semplicemente a seguito di un trauma sui denti decidui, il dente smette di vivere, e va in necrosi, perdendo tutte le sue funzionalità.

Come primo approccio nel caso di trauma ai denti da latte, bisogna intervenire con determinate regole di comportamento nei minuti subito successivi, e poi affidarsi ad un dentista esperto in ondontoiatria pediatrica, che si occuperà del trattamento e della terapia più idonea in base alla casistica dell’urto.

Quali traumi possono accadere?

I traumi sui dentini da latte possono essere molto diversi, si va come dicevamo spora da un distacco di un piccolo pezzo di corona, fino ad una frattura più grande, a seconda della forza dell’urto subito dal bambino. A volte si tratta di lesione di zone superficiali, come allo smalto, ma potrebbe trattarsi di un’esposizione della polpa dentale, nel qual caso è necessario subito contattare il proprio dentista di fiducia.

A volte si ha la cosiddetta lussazione estrusiva, quando i denti si spostano verso l’esterno, oppure intrusiva, quando il dente si disloca verso l’interno. A volte il bimbo subisce un urto che causa un danno alla struttura del dente, in questo caso di parla di concussione.

Questo tipo di traumi può colpire i denti da latte ma anche i denti degli adulti, anche se i dentini decidui, la prima dentatura, sono più delicati e quindi tendono ad essere più esposti alle lesioni. In genere i denti maggiormente colpiti sono gli incisivi superiori.

Cosa fare in caso di traumi dentali?

Se si stacca un pezzetto della corona dentale, in genere il pezzetto va conservato in acqua o latte, perché potrebbe essere usato dall’esperto in pedonzia(l’ortodontista pediatrico) per ricostruire il dente lesionato. E’ bene sempre rivolgersi ad un dentista esperto in concussioni, lesioni da urto e fratture dentali, per intervenire quanto prima.

Se il dente viene espulso, questo va subito raccolto e messo in acqua, ed il bambino va portato da un pedodonzista, per un intervento repentino di reinserimento nell’alveolo dentale. Più veloce e vicino all’incidente sarà l’intervento, e maggiori saranno le possibilità di recuperarne completamente le funzionalità.

Nel caso in cui il trauma dentale provochi una ferita, è bene disinfettare la zona con impacchi con ghiaccio e garze sterili.

Il Ruolo importante dell’Ortodontista Pediatrico

Il dentista dei piccoli in genere non è solo un professionista che conosce bene l’argomento denti da latte, ma spesso funge da psicologo, è capace di mettere i bambini a proprio agio, collaborativi, e a rendere l’intervento e la seduta dal dentista un gioco, in modo di renderli rilassati e calmi. L’esperienza dell’odontoiatra pediatrico permette al dottore di conoscere tutte le fasi della salute orale dei piccoli, dall’insorgere dei primi denti fino all’età dell’adolescenza.

Svolgono un ruolo importante anche nell’educazione all’igiene dei denti sia per i bambini che per i genitori.

Nel caso in cui cerchiate un dentista ad Albano Laziale che possa intervenire su traumi dentali ai vostri bambini, la dottoressa Sara Pallante è fra questi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *