Omega 3, i grassi “buoni. Un grasso sano, a differenza dei grassi della carne o dei prodotti elaborati, sono invece utili per contrastare le malattie proprie dell’apparato circolatorio, della vista, e del sistema nervoso centrale.

Gli acidi grassi Omega 3, sono dei grassi che devono essere introdotti nell’organismo con l’alimentazione, perché il nostro corpo non li sintetizza.

I vantaggi dell’assunzione continua di questo tipo di grassi essenziali sono numerosi, come livellamento dei valori del colesterolo e sviluppano in caso di assunzione in gravidanza delle capacità cognitive e della vista dei neonati, proteggendo il sistema immunitario.

Alimenti che contengono acidi grassi Omega 3

Il pesce azzurro contiene Omega 3 in quantità. Quindi è bene non far mancare mai nella nostra alimentazione tonno, sardine, aringhe, sgombro e salmone.

Se seguiamo una dieta che non consuma derivati animali, quindi dieta vegana o vegetariana, possiamo comunque assumere buone quantità di Omega 3 da fonti vegetali. Frutta a guscio, mandorle, noci, contengono acido alfa linoleico. Una buona dose di frutta a guscio quotidiana aiuta a contrastare le malattie del cervello quali l’Alzheimer.

Quanti Omega 3 Contengono le mandorle?

Per non dare troppe calorie al corpo, è bene non superare la dose giornaliera di 15 mandorle al giorno, circa 30 grammi.

L’assunzione quotidiana di mandorle è indubbio che aiuti a ridurre i trigliceridi, oltreché il colesterolo.

Anche l’olio di semi di lino contiene nutrienti e Omega 3, perché sono contenuti nei semi stessi. Si lascia in ammollo i semi e poi si separa il liquido risultante.

Omega 3 e Omega 6: Differenze

 

È importante riuscire a mantenere grazie ad un alimentazione bilanciata il corretto equilibrio tra omega 3 e omega 6. Si può andare incontro ad una scarsa assunzione di omega 3 mentre non si corre tale rischio per quanto riguarda gli omega 6, dato che sono molto più presenti nella comune alimentazione rispetto agli omega 3.

Il nostro organismo ha a disposizione acidi grassi polinsaturi omega 3 ed omega 6 a partire da alimenti ben specifici di cui è importante tenere conto per un corretto apporto alimentare di queste sostanze. Alcuni cibi apportano sia omega 3 che omega 6 in modo equilibrato. Ci riferiamo ad esempio ai semi di canapa.

Gli acidi grassi Omega 6 sono più presenti nei cibi che in genere assumiamo, rispetto agli Omega 3. In genere si contrastano tra di loro, per cui è sempre consigliato equilibrare le dosi di entrambi, in modo che non si arrivi ad una situazione di dislivello eccessivo. In equilibrio corretto sono sinergici per le malattie della circolazione sanguigna.

Dove si trovano gli Omega 6

Germe di grano e olio di oliva e tutti i suoi amici derivati, come girasole mais sesamo, arachidi e olio di palma. Un equilibrio corretto di acidi grassi Omega 6 è di circa il 20% rispetto al consumo di acidi Omega 3, in modo di proteggere l’organismo da malattie cardiovascolari.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *